14 marzo 2006

Capello: "Da adesso non sono concessi errori"

NOCINO - Finisce in parità la partita tra Sb Commandos e As Panzer, dopo una gara dove gli ospiti hanno espresso un buon calcio a differenza dei padroni di casa in pò sotto tono.
La partita inizia un pò in ritardo e fin dall'inizio si vede che lo spettacolo non sarà dei migliori, anche a causa dei numerosi cori e striscioni del Commandos Tigre già da tempo in contestazione con Dejan Stankovic, che ormai sembra sulla strada dell'abbandono per un presumibile ma non ufficiale ritorno al Bazza. Partita un pò morta da entrambi i lati, finchè al '20 Di Canio viene atterrato in area di rigore. L'arbitro fischia e dal dischetto va Chiesa, che però fallisce il suo terzo rigore in questa stagione sui 5 tentati. Ma il vantaggio militare non tarda ad arrivare quando l'onnopresente Di Canio infila al sette un pallone scodellato dai piedi di Locatelli e siamo sull'1-0. I biancoverdi però non sembrano motivati come sempre, forse per l'aria di contestazione nello stadio e infatti, a parte qualche tiro di Amauri e Shevchenko, non sono in grado di mettere in difficoltà il Panzer che però alla fine deve fare i conti con i voti della gazzetta. Infatti finirà 64.5 a 67 per la gioia dei biancoverdi che così non perdono terreno sui citrati.
Capello: "Abbiamo condotto una pessima partita, al di sotto delle nostre reali possibilità. Ma da adesso non sono più permessi errori, perchè perdere anche un singolo punto potrebbe risultare fatale per tutto quello che abbiamo fatto di buono" - Però mister se avesse avuto Totti a disposizione sarebbe stata un'altra cosa! - "Noi siamo una squadra che lotta, e Totti o non Totti lotteremo fino in fondo per conquistare ciò che molti ci hanno detto che non è alla nostra portata .... staremo a vedere!".

Sb Commandos